Paola Carta è nata a Gesico, piccolo centro della Sardegna in provincia di Cagliari. Emigrata a Bologna per seguire gli studi universitari, da allora è viandante in diversi paesi del mondo.
Ha un background professionale nel mondo della cooperazione internazionale, occupandosi da anni di Diritti Umani, di criminalizzazione della povertà, di genere e di intercultura. È stata a lungo coordinatrice di programmi e progetti basati sulla prevenzione dell’esclusione sociale in diversi paesi africani e latinoamericani. Al momento lavora come free lance conducendo laboratori artistico-pedagogici basati sulla metodologia del Teatro dell’Oppresso, ed altre tecniche di autoconoscenza e autoaiuto, diretti sia a professionisti delle scienze umane, sia a gruppi di donne, giovani, bambine e bambini, anziani, che vivono soprattutto in contesti di rischio e disagio sociale.

Menu

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi